AMULETO RIVELATO

Laboratorio esperienziale con fili, ago, tessuti, simboli e parole a cura di Giuseppina Maurizi

Tracciando un racconto visivo con ago e filo, tra il mito e il rito, tra l’universale e l’individuale, in un continuo rimando tra interno ed esterno, ogni partecipante realizzerà il proprio talismano

L’atto manuale del ricamo appartiene alla memoria ancestrale dei popoli e ha la capacità  di snodarsi in percorsi imponderabili nel tempo e nello spazio. Utilizzato spesso in funzione di talismano, come mezzo di intercessione tra il divino e gli uomini, implica e comprende una profonda attitudine al sacro; testimonia inoltre, il tentativo di descrivere minute rappresentazioni del mondo; attraverso la compilazione ritmata dei punti, incanala le energie cosmiche in schemi simbolici riconoscibili, rinsaldando il senso di appartenenza delle comunità.

Talismano discende dal termine persiano telseman o tilsaman, figura magica, e dall’arabo tilsam, un termine che proviene a sua volta dal greco bizantino télesma (τέλεσμα), ovvero completamento, da teléō, compio, celebro, rendo sacro.

Nell’attuale società funzionale e organizzata, si è quasi totalmente perso il concetto di magia. In tutte le tradizioni antiche, al di là del credo religioso, si riscontra il contatto con  un’energia primordiale, un comune sentire ed un’adesione spirituale al tutto, per cui gli eventi, gli oggetti e la vita sono pervasi da un’ intima percezione del trascendente.

In Giappone veniva praticato nel periodo Edo (1615-1868) un tipo di ricamo chiamato semamori 背守りche significa protezione per la schiena; le madri dei bambini giapponesi ricamavano questi simboli sul dorso dei kimono a scopo protettivo.

Svolgimento

L’incontro, nobilitato dall’aspetto rituale del gruppo, ha lo scopo di facilitare, attraverso un approccio maieutico, l’emersione di simboli inconsci preesistenti, con l’obiettivo di sondare le infinite possibilità di percorsi artistici e simbolici.
Il laboratorio si svolgerà in due incontri in cui affronteremo:

  • Introduzione  al concetto di simbolo: partendo da un approfondimento sul semamori giapponese  riprodurremo alcune forme comuni anche alla tradizione occidentale.
  • Introduzione al concetto di talismano: individuato il simbolo su cui lavorare, passeremo al racconto di forme e segni condivisi da diverse tradizioni culturali e che conservano l’energia primitiva dell’archetipo; i simboli entrano in risonanza con la struttura energetica di chi li sa cogliere. Il simbolo è inoltre capace di attivare la memoria profonda di ognuno, attingendo ad una conoscenza che solo in ultima analisi diventa razionale
  • Ognuno potrà inserire elementi significativi specifici alla propria storia personale
  • Tecnica dei punti e loro utilizzo in contesti differenti
  • Elaborazione individuale del proprio talismano coadiuvati dall’insegnante
  • Completamento del progetto: ogni amuleto verrà ritualizzato con l’introduzione di un elemento segreto concepito dall’insegnante, in un atto simbolico di passaggio di consegne da maestro ad allievo

Giuseppina Maurizi nasce il 14 Novembre del 1973 a Viterbo dove frequenta il Liceo Artistico e successivamente l’Accademia di belle Arti,  attualmente vive a Milano. Da più di vent’anni si occupa di costumi e scenografie principalmente per il Teatro e la pubblicità, collaborando con artisti, produzioni ed eventi nazionali ed internazionali. Dal 2018 inizia un nuovo percorso di ricerca dove sperimenta principalmente il cucito e ricamo attraverso un approccio intuitivo. Predilige supporti fragili ed inutilizzati dove “l’esercizio della delicatezza” diviene principio motore, insieme al recupero delle tradizioni e della memoria. Pratica l’azione rituale del cucito a mano su carta, dove, in un ascolto reciproco  con la materia, si sviluppa un incontro ed una dimensione meditativa fuori dal tempo, che riporta alla cura e alla contemplazione. Ama l’aspetto “divino” dell’artigiano, mediatore tra il mondo delle idee ed il mondo sensibile e la sua capacità di vivificare la materia tramite il lavoro.

Sede
Paraventi Giapponesi, via Marsala, 4 – Milano

Numero partecipanti
Da un minimo di 3 a un massimo di 6 corsisti.
E’ammessa l’erogazione ONLINE per un massimo di 3 studenti oltre ai partecipanti in presenza.
In caso di iscrizione ONLINE il termine per  l’adesione è entro il 15 Novembre per la spedizione del kit.
Il costo della spedizione del kit dei materiali è a parte.

Insegnante
Giuseppina Maurizi

Date
sabato 27 Novembre 2021

Orari
10.00-14.00

Costo
110,00 euro IVA compresa.
Chi decidesse di partecipare anche al corso TRA-AMARE del 21 Novembrepromozione a 200,00 euro IVA compresa  per entrambi i corsi

Sicurezza
accesso con GREEN PASS

Attrezzature e materiali
messi a disposizione dall’insegnante

Materiali

  • ago
  • selezione fili di vari colori, diversi per ogni partecipante
  • tessuti con traccia base impostata
  • disegni di simboli da rielaborare e riportare su tessuto
  • schema ricamato con punti di “scrittura/ricamo”
  • elemento segreto

Modalità d’iscrizione
inviare una mail a info@paraventigiapponesi.it

Modalità di pagamento
a mezzo bonifico

Rimborsi
85% dell’iscrizione se la disdetta avviene entro 10 o più giorni prima del corso
50% dell’iscrizione se la disdetta avviene entro 7 giorni prima del corso
nessun rimborso se la disdetta avviene a meno di 7 giorni prima del corso e/o in caso di mancata partecipazione

Informazioni
+ 39 02 655 1681 | info@paraventigiapponesi.it