DANA DE LUCA

Diplomatasi al Liceo Classico, frequenta la Facoltà di Filosofia all’Università Statale di Milano, ma non si laurea.
Ha una formazione artistica nel teatro di ricerca. Risiede a Madrid dal 2000 al 2007 lavorando come fotografa indipendente e collaborando con diversi media (Servimedia, Croce Rossa Spagnola, magazines nazionali) dedicandosi al fotogiornalismo. Rientrata in Italia, approfondisce la sua ricerca in un orizzonte più artistico e soggettivo. Nel 2013 con una campagna di crowdfunding pubblica il libro fotografico La petite mort, presentato al Festival di Fotografia di Arles (Book Award Exhibition), Festival di Fotografia SiFest e a Luganophotodays. Ha esposto alla Galleria Nobili di Milano, al Guernesey Photo Festival, allo Studio Masiero di Milano, al Beguira Photo Festival, nella collettiva “Eterne Stagioni” al Palazzo Ducale di Alessandria, al Bonelli Lab di Canneto (Mantova) nella collettiva dei finalisti di Arteam Cup, alla Biblioteca Vallicelliana di Roma, al Perugia Photo Festival, nella collettiva dei finalisti del Premio Nocivelli. Nel 2019 all’interno del Milano Photo Festival presenta la mostra “Ho cercato la bellezza perché avevo male alle ginocchia”, sua seconda personale allo Studio Masiero; partecipa al Premio Michetti –Attraversamenti – tra arte e fotografía a cura di Anna Imponente e Claudio Cerritelli. Nel 2013 presenta nella sede della Galleria il libro fotografico La petit mort e una selezione di foto tratte dal suddetto lavoro. Espone in diverse collettive tra cui KAGE | Ombra (2014) ed Eterne Stagioni (2017).